Come spendereste il jackpot milionario del SuperEnalotto?

Come spendereste il jackpot milionario del SuperEnalotto?

Come si suol dire in questi casi, è uno sporco lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo. Scoprite che cosa farebbero gli italiani tra follie e bizzarrie e quello che invece hanno realmente fatto i vincitori del SuperEnalotto, dopo essersi aggiudicati un montepremi milionario.

Esiste una grossa differenza tra il dire ed il fare. È sempre stato così e sempre probabilmente lo sarà. Era il 16 luglio 2009, quando su un forum di Sky.it venne pubblicata la domanda che chiedeva agli allora internauti cosa avrebbero mai fatto se si fosse vinto l’allora jackpot del SuperEnalotto, che all’epoca aveva raggiunto i 96 milioni di euro. Le risposte sono state tante e ce n’è stato davvero per tutti i gusti. Risposte folli, simpatiche o magari oltraggiose.

C’è chi infatti rispondeva che una cifra del genere gli avrebbe rovinato la vita e che non li avrebbe voluti, suscitando l’ira e lo scherno del forum intero. Chi invece avrebbe comprato Ronaldo (ricordate il giocatore ex Inter e Milan?) e gli avrebbe fatto fare il giardiniere. C’era chi addirittura avrebbe voluto assoldare i Metallica (si proprio loro, la band heavy metal di Los Angeles) per poi farli suonare nel proprio giardino di casa. Da paese grande appassionato di calcio è ovvio che sarebbero stati tanti i giocatori che avrebbe aiutato i presidenti delle loro squadre del cuore a vincere magari il campionato. C’era anche chi però, tra un’ironia e l’altra, sembrava avere un piano ben dettagliato, affermando di voler acquistare 5 case nel centro della città, 5 al mare e altre 5 case le avrebbe adibite a “casa dello studente”, per poi affittarle tutte e vivere di rendita. Nel frattempo, con quello che ne fosse rimasto, ci si sarebbe potuto comprare la macchina, aiutare i parenti, fare un po’ di beneficenza ed il resto in banca facendoli fruttare per un futuro investimento imprenditoriale. Di tutto di più insomma.

Ma spesso, la realtà è molto diversa dalla fantasia. Sì perché, le probabilità di centrare il “6” al SuperEnalotto sono talmente alte, che tutti si sentono molto al sicuro dietro questa mastodontica barriera di difficoltà. Di conseguenza, è ovvio che si provi un gran piacere ad alimentare i propri sogni, anche i più squinternati. Ma quando in realtà, la sestina vincente si materializza sulla tua ricevuta, facendoti tremare le gambe, beh allora la musica cambia.

Tra i vincitori dei precedenti montepremi milionari ci sono tante testimonianze, diverse tra loro, che potrebbero dare qualche spunto al futuro nuovo multi-milionario. C’è chi ad esempio, senza dire niente a nessuno fino all’apertura del conto in banca, ha portato ad una romantica cena fuori la moglie e solo allora le ha rivelato di aver vinto la bellezza di 5 milioni di euro. C’è chi invece ha sperperato e scialacquato la propria fortuna da 22 milioni di euro, attirandosi l’invidia e l’interesse delle persone. O ad esempio la bellissima storia del vincitore in cassaintegrazione di Issiglio che viveva con l’anziana madre, che dopo aver vinto 40 milioni, regalò un’indimenticabile crociera di dieci giorni a tutti i suoi parenti, che più o meno componevano un terzo di tutto il paese.  

Insomma, le cifre del SuperEnalotto, hanno regalato da sempre, e continueranno a farlo, delle storie incredibili, alcune belle, altre un po’ meno, ma comunque sia storie. E se la prossima storia del concorso più amato dagli italiani un giorno, fossi proprio tu? Cosa faresti con una cifra da capogiro? Di sicuro, la risposta non potrà essere data se non si prova a chiamare la fortuna. Quindi se pensate che sia arrivato il momento, potete fare la vostra giocata on-line seguendo il collegamento ipertestuale. Buona fortuna!

martedì 19 aprile 2016

Ultime notizie Archivio notizie